Weaving Together – Boarding Pass Plus

Weaving Together [ tessere insieme ] è il progetto di tessitura collettiva multidisciplinare e multiculturale, condiviso tra artisti, professionisti del settore e partner di diverse nazionalità, organizzato per tappe di residenza creativa e professionale in Paesi di diversa nazionalità.

Il Progetto, presentato da Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro insieme con il Centro di produzione teatrale Tradizione e Turismo | Teatro Sannazaro di Napoli e la Solot Compagnia Stabile di Benevento, è vincitore del bando Boarding Pass Plus 2022-2024, 4° edizione, Linea B ed è realizzato con il sostegno del MiC Ministero della Cultura – Direzione Generale Spettacolo.

Weaving Together, ideato con la Compagnie de Théâtre D’Amato/Stahly, è curato dall’autrice e regista Annalisa D’Amato e si svolgerà tra novembre 2022 e ottobre 2023.

Il progetto si avvale della collaborazione della Compagnie de Théâtre D’Amato/Stahly, del Théâtre de l’Aquarium/La Vie Brève di Parigi e dell’Omma Studio Theatre di Creta.

Il cuore del lavoro di Annalisa D’Amato è una riscrittura in chiave contemporanea del mito di Orfeo, l’incantatore capace di governare con il suono della sua musica gli uomini e le bestie feroci, gli alberi e le pietre, la luce e le tenebre.

Attorno alla figura di Orfeo si costituiranno momenti di studio e di ricerca, alternati a momenti di creazione, a cui parteciperanno di volta in volta attrici/attori, autrici/autori, musiciste/i, operatrici/operatori, ricercatrici/ricercatori, spettatrici/spettatori, allieve/i di laboratori, istituzioni, in un percorso che va dall’Italia, alla Francia, alla Grecia e ritorno.

L’obiettivo finale è la creazione di un’opera teatrale multidisciplinare e multilinguistica, che sia il prodotto di un pensiero complesso e multiculturale, che sia l’espressione di una ‘tessitura comune” e che possa essere in grado di dialogare con il resto d’Europa e con le culture non europee, per continuare il suo percorso in forma di spettacolo aperto al mercato mondiale e permanentemente soggetto all’influenza virtuosa e sinergica di diverse cultura e nazionalità.

Weaving Together is a multidisciplinary and multicultural artistic and professional project which is co-realized by artists, professionals and performing arts companies from different countries and which is made of multiple creative residencies and professional meetings in Italy, in France and in Greece.

Weaving Together is presented by Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro (Naples, Italy) together with Tradizione e Turismo | Teatro Sannazaro (Naples, Italy) and Solot Compagnia Stabile of Benevento (Benevento, Italy).

Weaving Together is the winner of the Boarding Pass Plus 2022-2024 program, 4th edition, Line B and is realized with the support of the Italian Ministry of Culture.

Weaving Together is conceived together with Compagnie de Théâtre D’Amato/Stahly, and is curated by Annalisa D’Amato: Italian author and theatre director. From November 2022 to October 2023.

Weaving Together is realized in collaboration with Compagnie de Théâtre D’Amato/StahlyThéâtre de l’Aquarium/La Vie Brève (Paris, France)
and Omma Studio Theatre (Crete, Greece).

Annalisa D’Amato’s work will be centrally based on the mythological character of Orpheus, the ancient Greek legendary hero endowed with supernatural musical skills who ventured himself to the land of the dead to find his lost love, Eurydice, and to take her back to life thanks to his music.

Multiple creative residencies, professional meetings, laboratories, open rehearsal and theatre students’workshop will be the pit-stops of a progressive and co-projected artistic work: a round trip from Italy, to France, Greece and back.

Our goal is the creation of a multidisciplinary and multilingual theatrical opera, that comes out of a ‘common texture’ and that is able to talk to European and Extra-European cultures in the same way.

Annalisa D’Amato, regista e drammaturga, è nata nel 1974.
A 19 anni viene scelta dalla Fondazione Pontedera Teatro per formarsi come regista ed attrice. In questo contesto ha l’opportunità eccezionale di essere formata da alcuni dei più grandi maestri del teatro contemporaneo, tra gli altri: Thierry Salmon, Jerzy Grotow ski, Thomas Richards, Mario Biagini, Eugenio Barba, Giulia Varley, Ingemar Lindh, Yoshi Oida, Eric Lacascade, Jurij Altshitz, Zigmunt Molik. Sviluppa cosi una tecnica di regia unica che riunisce molti di questi insegnamenti. Le sue regie hanno la costante di fondere il canto, la danza, la musica dal vivo, il testo e le azioni, con i principi di ritmo, impulso, armonia e vitalità del gruppo e con un lavoro di alta qualità sull’arte dell’attore. Sempre attraverso un approccio alla scrittura poetico e ironico. Per dieci anni collabora ininterrottamente come assistente alla regia, attrice e collaboratrice artistica con Roberto Bacci che, riconoscendo in lei un giovane alento, decide di produrre le sue regie. Nascono così i suoi numerosi spettacoli prodotti dalla Fondazione Pontedera Teatro.

Nel 2000 riceve il Premio Lo Straniero al Festival di Santarcangelo di Romagna per la regia.
Nel 2009 debutta al Vie Festival – ERT lo spettacolo Io Non Sono, ispirato ai poemi di Rumi e Shankara in cui dirige nove attori musicisti e danzatori con formazioni eterogenee provenienti da differenti luoghi del mondo. Per questa produzione, incontra l’attore e musicista Antonin Stahly, componente della compagnia di Peter Book dal 1985; dopo anni di collaborazione artistica nel 2022 fondano a Parigi la compagnia D’Amato/Stahly.
Dal 2017 a Napoli collabora a stretto contatto con Maurizio Braucci per il progetto Arrevuoto del Teatro Mercadante di Napoli e per la produzione dell’opera teatrale originale intitolata Casting per un film dal Woyzeck dedicato ai giovani dei quartieri piu svantaggiati di Napoli.  Nel 2019 crea al Museo Madre d’Arte Contemporanea di Napoli il “primo Arrevuoto dell’arte contemporanea” – uno spettacolo itinerante dal titolo La caccia allo Snark da Lewis Carroll, per il quale firma la regia e le musiche originali con Antonin Stahly.
Nel 2022 debutta il suo spettacolo Ardore, il matrimonio tra il Teatro e la Vita, una scrittura originale prodotta dal Teatro Bellini. Insegna regolarmente in diversi luoghi quali Bellini Teatro Factory a Napoli e La Scuola Elementare del Teatro de Davide Iodice.

Annalisa D’Amato, theatre director and playwright, was born in 1974.
At the age of 19, she is selected by Fondazione Pontedera Teatro – Tuscany, Italy – to be trained as director and actress. In this context, she has the unique opportunity to be trained by some of the greatest masters of contemporary theatre, like, among others: Thierry Salmon, Jerzy Grotowski, Thomas Richards, Mario Biagini, Eugenio Barba, Giulia Varley, Ingemar Lindh, Yoshi Oida, Eric Lacascade, Jurij Altshitz, Zigmunt Molik.
She thus develops a unique directing style that brings together many of these teachings: her works always blend different performing arts languages and techniques like singing, live music, words, play, dance. All these disciplines are put together according to precise principles of rhythm, impulse, harmony, vitality and on the base of a poetic and ironic writing.
During the course of 10 years, she works as an assistant director, actress and artistic collaborator of Roberto Bacci who, recognizing her talent, decides to produce her theatrical works. From that moment Fondazione Pontedera Teatro produces many of her shows.

In 2000, she is awarded with Premio Lo Straniero at Santarcangelo di Romagna Theatre Festival (Italy), for the Direction category. In 2009 she debuts at Vie Festival – Emilia Romagna Teatro with the show Io non sono inspired by the poems of Rumi and Shankara. In this show she directs nine actors, musicians and dancers from different countries and specialized in different performing arts languages. For this production, she meets the actor and musician Antonin Stahly, who had been working in Peter Brook’s theatre company since 1985.
After many years of artistic collaboration, in 2022 they found together the “Compagnie de Théâtre D’Amato/Stahly”, based in Paris, France.
From 2017 she has been working with Maurizio Braucci, in the context of the National Theatre of Naples – Teatro Mercadante’s project called Arrevuoto and for the production of an original contemporary theatrical work entitled Casting per un film dal Woyzeck dedicated to young people from the working-class neighborhoods of Naples.
In 2019, she directs La caccia allo Snark by Lewis Carroll at MADRE – Museum of Contemporary Art in Naples, a site- specific performance for which she also creates the original music together with Antonin Stahly.
In 2022 she debuts at Teatro Bellini in Naples (Italy) with her show Ardore, il matrimonio tra il teatro e la vita, based on an original playwright, produced by Teatro Bellini.
She regularly conducts theatre courses and workshops at Bellini Teatro Factory (Naples) and La Scuola Elementare del Teatro organized by Davide Iodice in Naples.

vai al sito Weaving Together